Strategia EUSAIR

La Strategia dell’Unione Europea per la regione dell’Adriatico e dello Ionico (EUSAIR) è stata approvata dai 28 Paesi della Ue nel corso del Consiglio europeo del 23-24 ottobre 2014. La Conferenza inaugurale, organizzata dalla Presidenza italiana del Consiglio in cooperazione con la Commissione europea, si è tenuta a Bruxelles il 18 novembre 2014.

EUSAIR si fonda sulla strategia marittima per la regione dell’Adriatico e Ionico adottata dalla Commissione Europea nel 2012 ed è l’unica strategia macro-regionale europea che coinvolge ben 4 stati membri (Italia, Croazia, Grecia e Slovenia) e 4 paesi extra UE (Albania, Montenegro, Serbia e Bosnia-Erzegovina).

La Strategia intende promuovere il benessere economico e sociale della regione Adriatico-Ionica attraverso la crescita e la creazione di posti di lavoro, migliorando la sua attrattività, competitività e connettività, preservandone, al contempo, l’ambiente e garantendo ecosistemi marini e costieri sani ed in equilibrio. EUSAIR si basa su quattro grandi aree tematiche, chiamate Pilastri:

  1. Crescita Blu
  2. Regione connessa
  3. Qualità ambientale
  4. Turismo sostenibile

Ai Pilastri si aggiungono temi trasversali quali il capacity building e la ricerca e innovazione.

A sostegno della Strategia è stato elaborato un Piano d’Azione che contiene, per ogni Pilastro, una lista di azioni prioritarie e di obiettivi da raggiungere al 2021. A supporto dell’implementazione è stato istituito inoltre un meccanismo di governance che prevede due livelli, oltre a quello politico: un Governing Board (GB) e dei Thematic Steering Group (TSG).

Il GB comprende, tra gli altri, i Ministeri degli affari esteri degli 8 Paesi, servizi della Commissione (DG Regio, DG Mare, DG Near) e rappresentanti dell'Iniziativa Adriatico Ionica e del Programma Adrion. Il GN ha il compito di indirizzare il lavoro dei TSG.

I quattro TSG, uno per ciascun Pilastro, si occupano di implementare il Piano di Azione individuando progetti e iniziative da promuovere e proporre al finanziamento dei fondi strutturali e d'investimento. Per ogni TSG, sono stati individuati dei coordinatori, sia a livello transnazionale che a livello italiano. L’Italia è co-coordinatore, insieme alla Serbia, del Pilastro 2 "Connettere la Regione" che affronta due priorità distinte, ma interconnesse:

  • Trasporti a sua volta suddivisa in trasporti marittimi e connessioni intermodali verso l’hinterland
  • Reti per l’energia

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti è l’Amministrazione centrale incaricata per l’attuazione del Pilastro 2 della Strategia EUSAIR. L'ing. Antonio Cancian, è stato nominato il 2 aprile 2015 Focal Point operativo, responsabile per il Ministero, della Strategica per la Macroregione Adriatico-Ionica che si avvale di RAM per lo svolgimento delle attività in qualità di Focal Point.

Per l’attuazione di EUSAIR, in Italia, è stata istituita una Cabina di regia nazionale costituita da: Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e di collaborazione alle sue attività (MAECI), Dipartimento per lo sviluppo e la Coesione Economica (DPC), Dipartimento per le Politiche Europee e le Amministrazioni centrali e territoriali interessate, al fine di agevolare il raccordo delle istanze dei soggetti coinvolti.

A supporto della Governance della Strategia EUSAIR, il Programma Interreg Adrion 2014-2020 (Adrion) è stato approvato dalla Commissione europea con decisione C (2015) 7147 del 20 ottobre 2015, che interessa quattro Stati Membri dell'Unione:  Croazia, Grecia, Italia e Slovenia, e quattro Stati non UE: Albania, Bosnia-Erzegovina, Montenegro e Serbia.

Il bilancio complessivo del programma Adrion ammonta a 117.917.379 Euro, compresi il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) (Euro 83.467.729), lo strumento di assistenza preadesione (IPA II) (Euro 15.688.887) e contributi nazionali (Euro 18.760.763). Un tasso di cofinanziamento del 85% del FESR / IPA viene applicato ai progetti. 

L'Autorità di gestione dell’Adrion è la Regione Emilia-Romagna.

Adrion è strutturato su 4 Priorità, che costituiscono obiettivi tematici strettamente connessi ai Pilastri di EUSAIR:

  1. Regione innovativa e intelligente
  2. Regione sostenibile
  3. Regione connessa
  4. Una migliore governance per EUSAIR

L'Area Priorità 4 (PA4) mira a stabilire uno strumento operativo per sostenere la Governance della Strategia EUSAIR (Governing Board, TSG) attraverso un progetto strategico (Facility Point) che sarà gestito dalla Slovenia (Lead Partner) in stretta collaborazione con i partner del progetto rappresentati da tutti i Paesi EUSAIR. Per l’Italia il partner designato è la Regione Marche.

Link:

Sito Ufficiale EUSAIR

Sito della Comissione Europea dedicato a EUSAIR

Sito del Programma Adrion